MEDICINE WHELL, INSTALLAZIONE DI ARTE AMBIENTALE IN PIETRA BIANCA
TUTTE LE COSE SONO COLLEGATE

Dal recupero delle antiche saggezze attraverso la riflessione estetica,dalla linea che percorre le domande esistenziali dei filosofi greci,
dal cammino dell’oriente verso la spiritualità e dai rituali degli indiani d’america, hanno origine Phro’nesis e Medicine Wheel. Phro’nesis, il concetto di saggezza pratica, ispirata ad Aristotele, si lega all’idea di “seminare buon senso”. La macroistallazione della parola Phro’nesis, realizzata interamente con arbusti di salvia (pianta commestibile, utilizzata anche come rimedio naturale e sin dall’antichità considerata sacra per molte culture), è un gesto simbolico che invita alla meditazione perché l’atto artistico sia un incipit che inneggia alla consapevolezza e partecipazione.Semi potranno essere sparsi al vento, perché l’energia si propaghi, circoli, cresca e nutra.
Dalla lettera del capo Sealt, Capriolo Zoppo, al Presidente degli Stati Uniti, Franklin Pierce,nel 1854, nasce Medicine Wheel. L’installazione
è omaggio ai nativi americani, al loro rispetto per la madre Terra, alla consapevolezza che quest’ultima non sia dell’uomo, ma è l’uomo che
le appartiene. Per la Marrana, l’opera inserita nell’orto diviene messaggio di intelligenza ecologica: alla gestione globale del nostro pianeta, per il settore mondiale dell’alimentazione, per la condivisione delle nostre risorse. Intervento sciamanico: la cura per l’ambiente sarà il
nostro primo gradino evolutivo.